Messinesi Siamo Noi

Il forum di tutti i messinesi che amano Messina, la Provincia & la Sicilia tutta...
 
PortalePortale  IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 LA MINIERA D'ORO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Francesca
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1942
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

MessaggioTitolo: LA MINIERA D'ORO    Ven Ago 12, 2011 3:12 am

E IO NON CI VEDO DALLA FAME

I parlamentari messinesi e le pensioni d'oro da 200 milioni di euro

Si va dai 4277 euro dell'onorevole Angela Bottari, eletta nel 1976 ai 5305 di Toto D'Alia per arrivare ai 6239 euro di Luigi Genovese. Questi sono solo alcuni nomi della casta che solo dopo cinque anni di mandato hanno diritto al vitalizio.

I parlamentari messinesi e le pensioni d'oro da 200 milioni di euro Normanno.com



Mentre ancora si discute sulle pensioni degli italiani, le uniche a poter essere toccate e tagliate, ecco un'inchiesta firmata da primo Di Nicola per il settimanale L'espresso che passa in rassegna le pensioni d'oro dei parlamentari che scattano dopo soli cinque anni di mandato. E con contributi molto bassi.




Giovanotti con un grande avvenire dietro le spalle che si godono la vita dopo gli anni di militanza parlamentare. Come Alfonso Pecoraro Scanio, ex leader dei Verdi ed ex ministro dell’Agricoltura e dell’Ambiente. Presente alla Camera dal 1992, nel 2008 non è riuscito a farsi rieleggere e con cinque legislature nel carniere è stato costretto alla pensione anticipata. Ma nessun rimpianto. Da allora, cioè da quando aveva appena 49 anni, Pecoraro Scanio riscuote il vitalizio assicuratogli dalla Camera: ben 5.802 euro netti al mese che gli consentono di girare il mondo in attesa dell’occasione giusta per tornare a fare politica. Oliviero Diliberto è un altro grande ex uscito di scena nel 2008 causa tonfo elettorale della sinistra. Segretario dei Comunisti italiani ed ex ministro della Giustizia, con quattro legislature alle spalle e ad appena 55 anni, anche lui si consola riscuotendo una ricca pensione di 5.305 euro netti. Euro in più, euro in meno, la stessa cifra che spetta a un altro pensionato-baby della sinistra, addirittura più giovane di Diliberto: Pietro Folena, ex enfant prodige del Pci-Pds, passato a Rifondazione e trombato nel 2008 quando, con le cinque legislature collezionate, a soli 51 anni ha cominciato a riscuotere 5.527 euro netti al mese. Davvero niente male, considerando le norme restrittive che le varie riforme pensionistiche dal 1992 hanno cominciato ad introdurre per i comuni cittadini. Norme ferree per tutti, naturalmente, ma non per deputati e senatori che, quando si è trattato di ridimensionare le proprie pensioni, si sono ben guardati dal farlo. Certo, hanno accettato di decurtarsi il vitalizio con il contributo di solidarietà voluto da Tremonti per le “pensioni d’oro” e pari al 5 per cento per i trattamenti compresi fra i 90 e i 150 mila euro (una penalizzazione che tocca solo i parlamentari con oltre i 15 anni di mandato), ma per il resto hanno evitato i sacrifici imposti agli altri italiani. Tutto rinviato alla prossima legislatura quando, almeno stando all’annuncio del questore della Camera Francesco Colucci, e a una proposta del Pd, potrebbe entrare in vigore un nuovo modello pensionistico contributivo. A Montecitorio, però, il clima è rovente. Pochi giorni fa il presidente Gianfranco Fini non ha ammesso un ordine del giorno dell’Idv, che chiedeva l’abolizione dei vitalizi (”Un furto della casta”, secondo il dipietrista Massimo Donadi). Secondo Fini, i diritti acquisiti non si toccano, al massimo si potrà discutere della riforma.



IL CLUB DEI CINQUE

Nel frattempo, l’andazzo continua, con l’esercito dei parlamentari pensionati che si ingrossa sempre più, fino a toccare il record dei 3.356 vitalizi erogati fra le 2.308 pensioni dirette e le reversibilità, divise tra le 625 alla Camera e 423 al Senato. Un fardello che si traduce ogni anno in una spesa di 200 milioni di euro, oltre 61 dei quali pagati da palazzo Madama e i restanti 138 da Montecitorio. In questo pozzo senza fondo del privilegio ci sono anzitutto i superfortunati che con una sola legislatura, cioè appena cinque anni di contribuzione, portano a casa il loro bravo vitalizio. Personaggi anche molto noti e quasi sempre ancora nel pieno dell’attività professionale. Nell’elenco compare Toni Negri, ex leader di Potere operaio, docente universitario e scrittore. Venne fatto eleggere mentre era in carcere per terrorismo nel 1983 dai radicali di Marco Pannella. Approdato a Montecitorio, Negri ci restò il tempo necessario per preparare la fuga e rifugiarsi in Francia. Ciononostante, oggi percepisce una pensione di 2.199 euro netti. Stesso importo all’incirca riscosso da un capitano d’industria come Luciano Benetton (al Senato nel 1992, restò in carica solo due anni per lo scioglimento anticipato della legislatura) e da un avvocato di grido come Carlo Taormina. E sono solo due casi tra i tanti. Nel “club dei cinque” sono presenti quasi tutte le categorie lavorative, con nomi spesso altisonanti. Compaiono intellettuali come Alberto Arbasino, Alberto Asor Rosa. e Mario Tronti. Giornalisti di razza come Enzo Bettiza, Eugenio Scalfari, Alberto La Volpe, Federico Orlando; altri avvocati di grido come Raffaele Della Valle, Alfredo Galasso e Giuseppe Guarino; star dello spettacolo come Gino Paoli, Carla Gravina e Pasquale Squitieri. Tutti incassano l’assegno calcolato con criteri tanto generosi quanto lontani da quelli in vigore per i comuni lavoratori.



GIOCHI DI PRESTIGIO

Per i deputati eletti prima del 2008 (per quelli nominati dopo è stata introdotta una modesta riforma di cui solo tra qualche anno vedremo gli effetti) vale il vecchio regolamento varato dall’Ufficio di presidenza di Montecitorio nel 1997. Dice che i deputati il cui incarico sia cominciato dopo il ‘96 maturano il diritto al vitalizio a 65 anni, basta aver versato contributi per cinque. Fin qui, nulla da dire: il requisito dei 65 pone i deputati sulla stessa linea stabilita per la pensione di vecchiaia dei comuni cittadini. Ma basta scorrere il regolamento per scoprire le prime sorprese. L’età minima dei 65 anni si abbassa di una annualità per ogni anno di mandato oltre i cinque prima indicati, sino a toccare la soglia dei 60. E non è finita. Alla Camera ci sono ancora un gran numero di eletti prima del ‘96 e per questi valgono le norme precedenti. Secondo queste norme il diritto alla pensione si matura sempre a 65 anni, ma il limite è riducibile a 50 anni e ancor meno (come nel caso di Pecoraro Scanio), facendo cioè valere le altre annualità di permanenza in Parlamento oltre ai cinque anni del minimo richiesto. Questo accade nell’Eldorado di Montecitorio. A palazzo Madama gli eletti si trattano altrettanto bene. Un regolamento del 1997 stabilisce che i senatori in carica dal 2001 possono, come alla Camera, andare in pensione al compimento del sessantacinquesimo anno con cinque anni di contributi versati. Ma attenzione, anche qui dal tetto dei 65 si può scendere eccome. Possono farlo tutti i parlamentari eletti prima del 2001. Per costoro, il diritto alla pensione scatta a 60 anni se si vanta una sola legislatura, ma scende a 55 con due mandati e a 50 con tre o più legislature alle spalle.

IL BABY ONOREVOLE

Dall’età pensionabile alla contribuzione necessaria per la pensione, ecco un altro capitolo che riporta agli anni bui delle pensioni baby. Si tratta delle pensioni che consentivano alle impiegate pubbliche con figli di smettere di lavorare dopo 14 anni, sei mesi e un giorno (i loro colleghi potevano invece farlo dopo 19 anni e sei mesi). Ci volle la riforma Amato del ‘92 per cancellare lo sfacciato privilegio. Ma cassate per gli statali, le pensioni baby proliferano tra i parlamentari. Secondo il trattamento Inps in vigore per tutti i lavoratori, ci vogliono almeno 35 anni di contributi per acquisire il diritto alla pensione. I parlamentari invece acquisiscono il diritto appena dopo cinque anni e il pagamento di una quota mensile dell’8,6 per cento dell’indennità lorda (1.006 euro). Fino alla scorsa legislatura le cose andavano addirittura meglio per la casta. Bastava durare in carica due anni e mezzo per assicurarsi il vitalizio (è il caso di Benetton). Il restante delle annualità mancanti per arrivare a cinque potevano essere riscattate in comode rate. Nel 2007 è arrivato un colpo basso: i cinque anni dovranno essere effettivi. Una mazzata per Lorsignori, che si rifanno con la manica larga con la quale si calcola il vitalizio.



RIVALUTAZIONE D’ORO

Sino agli anni Novanta, tutti i lavoratori avevano diritto a calcolare la pensione sui migliori livelli retributivi, cioè quelli degli ultimi anni (sistema retributivo). Successivamente, si è passati al sistema contributivo per cui la pensione è legata invece all’importo dei contributi effettivamente versati. Il salasso è stato pesante. Per tutti, ma non per i parlamentari. Che sono rimasti ancorati a un vantaggiosissimo marchingegno. Invece che sulla base dei contributi versati, deputati e senatori calcolano il vitalizio sulla scorta dell’indennità lorda (11 mila 703 euro alla Camera) e della percentuale legata agli anni di presenza in Parlamento. Con 5 anni di mandato si riscuote così una pensione pari al 25 per cento dell’indennità, cioè 2 mila 926 euro lordi. Raggiungendo invece i 30 anni di presenza si tocca il massimo, l’80 per cento dell’indennità che in soldoni vuol dire 9 mila 362 euro lordi. Vero che con una riforma del 2007 Camera e Senato hanno ridimensionato i criteri di calcolo dei vitalizi riducendo le percentuali: si va da un minimo del 20 dopo cinque anni al 60 per 15 anni e oltre di presenza in Parlamento. Ma a parte questa riduzione, gli altri privilegi restano intatti. Con una ulteriore blindatura, che mette al sicuro dall’inflazione e dalle altre forme di svalutazione: la cosiddetta “clausola d’oro”, per cui i vitalizi si rivalutano automaticamente grazie all’ancoraggio al valore dell’indennità lorda del parlamentare ancora in servizio.



Alcuni dei Messinesi



Angela Maria Bottari
Assegno vitalizio da € 4277 - Periodo contributivo 15
Nel 1976 è eletta Deputata nazionale e rieletta per tre legislature consecutive

Totò D’Alia
Assegno vitalizio da € 5305 - Periodo contributivo: 20

Luigi Genovese
Assegno vitalizio da € 6239 - Periodo contributivo: 27

Basilio Germanà
Assegno vitalizio da € 5305 - Periodo contributivo:

Antonino Germanà
Assegno vitalizio da € 2238 - Periodo contributivo:: 5

Antonino Calarco
Assegno vitalizio da € 2319 - Periodo contributivo:: 5

Santino Fortunato Pagano
Assegno vitalizio da € 4277 -Periodo contributivo:: 15

Dino Madaudo
Assegno vitalizio da € 5305 - Periodo contributivo:: 20

Giuseppe Astone
Assegno vitalizio da € 5305 - Periodo contributivo: 20

Vincenzo Palumbo
Assegno vitalizio da € 2108 -Periodo contributivo:: 5


www.normanno.com

_________________
Oggi è il domani di cui avevi tanto paura!
Jim Morrison
Tornare in alto Andare in basso
Giulio
Messinese Forumista
Messinese Forumista
avatar

Numero di messaggi : 2692
Località : Messina
Data d'iscrizione : 26.01.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Ven Ago 12, 2011 6:02 pm

però mica male per questo c'è la battaglia alle elezioni, fra stipendi e pensioni si sistemano a vita questi

_________________
Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1942
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Mar Ago 16, 2011 7:09 am

e non finisce...qui c'è chi usa l'arte di arrangiarsi aumentandosi in silenzio gli stipendi di sindaco, assessori e consiglieri per far quadrare il bilancio familiare e con decorrenza GIUGNO 2008 prendendo anche gli arretrati. Non è uno scherzo è una notizia del giornale centonove con ciifre effettive.



_________________
Oggi è il domani di cui avevi tanto paura!
Jim Morrison
Tornare in alto Andare in basso
natale
Messinese Forumista
Messinese Forumista
avatar

Numero di messaggi : 3843
Località : Messina
Data d'iscrizione : 09.11.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Mer Ago 17, 2011 7:37 am

in un periodo dove ci sono tagli in tutto e per tutto che devono fare poveretti aiutano a far girare l'economia
Tornare in alto Andare in basso
Giulio
Messinese Forumista
Messinese Forumista
avatar

Numero di messaggi : 2692
Località : Messina
Data d'iscrizione : 26.01.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Ven Ago 19, 2011 10:30 am

meglio star zitti arrrrrrr

_________________
Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.
Tornare in alto Andare in basso
natale
Messinese Forumista
Messinese Forumista
avatar

Numero di messaggi : 3843
Località : Messina
Data d'iscrizione : 09.11.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Lun Ago 29, 2011 10:13 am

Giulio ha scritto:
meglio star zitti arrrrrrr
è colpa nostra affraid da piccolo non pensavo che questo mestiere fosse cosi redditizio e con un arricchimento finale
Tornare in alto Andare in basso
Francesca
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1942
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

MessaggioTitolo: CHIAMATA DIRETTA   Mer Ago 31, 2011 5:21 am

Lazarus ha scritto:
Giulio ha scritto:
meglio star zitti arrrrrrr
è colpa nostra affraid da piccolo non pensavo che questo mestiere fosse cosi redditizio e con un arricchimento finale
E i figli con un futuro roseo notizia del http://www.nuovosoldo.net/2011/08/30/la-lingua-biforcuta-du-lombardo-assunta-senza-concordo-figlia-di-dg/
Ha 27 anni, compiuti una settimana fa, ed è un funzionario direttivo della Regione siciliana. Una giovane di belle speranze, evidentemente, ma anche una “figlia d’arte” nel mondo della burocrazia siciliana. Giordana Campo è figlia di Gesualdo Campo, direttore generale del dipartimento Beni culturali della Regione. La giovane Giordana è stata “chiamata” a ricoprire un ruolo di responsabilità nell’ufficio di Bruxelles. Chiamata, appunto, visto che si tratta di una vera e propria “chiamata diretta”, con un contratto da funzionario direttivo che ricalca quello utilizzato per i componenti degli Uffici di gabinetto.

_________________
Oggi è il domani di cui avevi tanto paura!
Jim Morrison
Tornare in alto Andare in basso
Giulio
Messinese Forumista
Messinese Forumista
avatar

Numero di messaggi : 2692
Località : Messina
Data d'iscrizione : 26.01.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Gio Set 01, 2011 8:56 am

come si chiama questo colpo ben fatto?

_________________
Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1942
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Ven Set 02, 2011 5:59 am

poverini c'era da ricoprire un ruolo importante e cercando cercando in tutta la Sicilia l'unica con questi requisiti era proprio lei che c'è di male fulmine fulmine fulmine violent roba da matti

_________________
Oggi è il domani di cui avevi tanto paura!
Jim Morrison
Tornare in alto Andare in basso
Salvo
Collaboratore
Collaboratore
avatar

Numero di messaggi : 4076
Località : Messina
Data d'iscrizione : 21.12.07

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Sab Set 03, 2011 6:02 pm

Francesca ha scritto:
poverini c'era da ricoprire un ruolo importante e cercando cercando in tutta la Sicilia l'unica con questi requisiti era proprio lei che c'è di male fulmine fulmine fulmine violent roba da matti
i geni vanno di generazione in generazione non lo sapevate? l'albero G dove lo mettiamo?

_________________
Meglio un ribelle sincero che un umile falso.
Tornare in alto Andare in basso
Giulio
Messinese Forumista
Messinese Forumista
avatar

Numero di messaggi : 2692
Località : Messina
Data d'iscrizione : 26.01.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Lun Ott 17, 2011 4:03 pm

e continua esageratamente

Nomine "facili" alla Regione
La denuncia dei Cobas contro il dirigente dell'assessorato regionale ai Beni Culturali, Gesualdo Campo, ottiene i primi effetti sperati. Il dirigente, giorni addietro, era stato accusato dal sindacato autonomo di aver favorito la promozione della moglie, Luisa Paladino, da dirigente del polo museale di Catania a capo dell'unità operativa per i beni storici-artistici alla Soprintendenza etnea, il tutto firmato proprio dal marito Gesualdo.
http://www.siciliamediaweb.it/cronaca/6097_nomine-facili-alla-regione-la-replica-di-gesualdo-campo.html

_________________
Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1942
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Gio Ott 20, 2011 5:53 am

per curiosità personale la famiglia del tizio di quante persone è composta?

_________________
Oggi è il domani di cui avevi tanto paura!
Jim Morrison
Tornare in alto Andare in basso
giacomo

avatar

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 25.01.11

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Ven Ott 21, 2011 7:47 am

è mai possibile rimanere inerti a questi ladrocinei? non possiamo e non dobbiamo arrenderci a questi sorprusi. CHIEDIAMO in modo forte che tutto questo abbia fine "DENUNCIANDO AL PARLAMENTO EUROPEO" questi politicanti arrivisti, dal primo all'ultimo DA SINISTRA A DESTRA che da un VENTENNIO si è instaurata in ITALIA una DEMOCRAZIA DITTATORIALE.
Tornare in alto Andare in basso
Christian

avatar

Numero di messaggi : 177
Data d'iscrizione : 17.10.11

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Ven Ott 21, 2011 12:55 pm

giacomo ha scritto:
è mai possibile rimanere inerti a questi ladrocinei? non possiamo e non dobbiamo arrenderci a questi sorprusi. CHIEDIAMO in modo forte che tutto questo abbia fine "DENUNCIANDO AL PARLAMENTO EUROPEO" questi politicanti arrivisti, dal primo all'ultimo DA SINISTRA A DESTRA che da un VENTENNIO si è instaurata in ITALIA una DEMOCRAZIA DITTATORIALE.
scusami sono christian, nuovo iscritto Very Happy come si fa a denunciare al parlamento europeo? è possibile? c'è una sede?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1942
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Lun Ott 01, 2012 4:23 am

Christian ha scritto:
giacomo ha scritto:
è mai possibile rimanere inerti a questi ladrocinei? non possiamo e non dobbiamo arrenderci a questi sorprusi. CHIEDIAMO in modo forte che tutto questo abbia fine "DENUNCIANDO AL PARLAMENTO EUROPEO" questi politicanti arrivisti, dal primo all'ultimo DA SINISTRA A DESTRA che da un VENTENNIO si è instaurata in ITALIA una DEMOCRAZIA DITTATORIALE.
scusami sono christian, nuovo iscritto Very Happy come si fa a denunciare al parlamento europeo? è possibile? c'è una sede?
evidentemente non lo sa, parlare è facile affraid

_________________
Oggi è il domani di cui avevi tanto paura!
Jim Morrison
Tornare in alto Andare in basso
Giulio
Messinese Forumista
Messinese Forumista
avatar

Numero di messaggi : 2692
Località : Messina
Data d'iscrizione : 26.01.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Lun Nov 12, 2012 10:57 am

Francesca ha scritto:
Christian ha scritto:
giacomo ha scritto:
è mai possibile rimanere inerti a questi ladrocinei? non possiamo e non dobbiamo arrenderci a questi sorprusi. CHIEDIAMO in modo forte che tutto questo abbia fine "DENUNCIANDO AL PARLAMENTO EUROPEO" questi politicanti arrivisti, dal primo all'ultimo DA SINISTRA A DESTRA che da un VENTENNIO si è instaurata in ITALIA una DEMOCRAZIA DITTATORIALE.
scusami sono christian, nuovo iscritto Very Happy come si fa a denunciare al parlamento europeo? è possibile? c'è una sede?
evidentemente non lo sa, parlare è facile affraid
mah vai a capire Neutral

_________________
Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Christian

avatar

Numero di messaggi : 177
Data d'iscrizione : 17.10.11

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Lun Dic 03, 2012 5:34 pm

non ce niente da capire No solo bla bla bla e poi... scomparso
Tornare in alto Andare in basso
Giulio
Messinese Forumista
Messinese Forumista
avatar

Numero di messaggi : 2692
Località : Messina
Data d'iscrizione : 26.01.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Gio Dic 13, 2012 10:47 am

Christian ha scritto:
non ce niente da capire No solo bla bla bla e poi... scomparso
scomparso Question Question Question

_________________
Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1942
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Dom Dic 16, 2012 7:39 am

Giulio ha scritto:
Christian ha scritto:
non ce niente da capire No solo bla bla bla e poi... scomparso
scomparso Question Question Question
per fortuna il nuovo presidente della regione ha capito e ha tagliato tutto, nomine e finanziamenti facili. Se continua presto vedremo chi veramente ha a cuore le sorti della sicilia e chi crede in un cambiamento radicale

_________________
Oggi è il domani di cui avevi tanto paura!
Jim Morrison
Tornare in alto Andare in basso
Christian

avatar

Numero di messaggi : 177
Data d'iscrizione : 17.10.11

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Lun Dic 31, 2012 2:46 pm

Giulio ha scritto:
Christian ha scritto:
non ce niente da capire No solo bla bla bla e poi... scomparso
scomparso Question Question Question
si si sparito Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Salvo
Collaboratore
Collaboratore
avatar

Numero di messaggi : 4076
Località : Messina
Data d'iscrizione : 21.12.07

MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    Mer Gen 02, 2013 1:39 pm

Non so cosa dire, sembrava dalle parole e dal modo di comportarsi, una persona che poteva dare un contributo notevole alla causa. Inutile premere un limone vuoto sicuramente non uscirà mai il succo.

_________________
Meglio un ribelle sincero che un umile falso.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: LA MINIERA D'ORO    

Tornare in alto Andare in basso
 
LA MINIERA D'ORO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Messinesi Siamo Noi :: Messinesi Siamo Noi... :: Messinesi Siamo Noi-
Andare verso: